Peeling
Peeling
Il peeling è un trattamento che induce un’esfoliazione della cute invecchiata e/o danneggiata e la successiva stimolazione del ricambio cellulare. Questo avviene attraverso l’applicazione sulla cute di agenti chimici esfolianti che interagiscono con gli strati cellulari dell’epidermide e/o del derma.
La sostituzione della pelle danneggiata con nuove cellule epidermiche attiva la produzione di collagene ed elastina e quindi il ringiovanimento globale della pelle.

I peeling possono essere divisi a seconda della profondità di azione a livello cutaneo in:
Peeling molto superficiale: rimuove solo dello strato corneo superficiale
Peeling superficiale: questo tipo di peeling rimuove tutto lo strato epidermico arrivando allo strato base dell’epidermide
Peeling medio: questo tipo di peeling rimuove l’epidermide e parte del derma papillare
Peeling profondo: questo peeling rimuove epidermide e derma papillare.

Il peeling chimico è indicato:
In caso di invecchiamento cutaneo, rughe fini superficiali
In caso di macchie cutanee superficiali
In caso di cicatrici post-acne
In caso di dermatite seborroica

Le sostanze più utilizzate sono:
Acido mandelico
Acido glicolico
Acido salicilico
Acido tricloroacetico (TCA)
Fenolo

Ogni sostanza esfoliante deve essere utilizzata da personale medico esperto e ha un’indicazione particolare per ogni tipo di pelle.
I peeling chimici si avvalgono dell'uso di soluzioni a base di acidi che, applicate sulla cute, agiscono come biostimolanti favorendo la rigenerazione cellulare.

Agiscono:
- Rimuovendo le cellule morte dello strato più superficiale della cute (strato corneo)
- Stimolano la produzione di collagene e sostanza fondamentale

Sono utili per il trattamento di:
- discromie cutanee (ipo ed iperpigmentazione)
- cicatrici d'acne
- smagliature
- ipercheratosi ed altri inestetismi della cute